domenica 23 gennaio 2011

68th Golden Globe looks

Ad Hollywood party esclusivi ed eventi mondani sono all’ordine del giorno. Ma gli appuntamenti da non perdere per nulla al mondo, sia per “gli addetti ai lavori” sia per noi “comuni mortali” sono, sicuramente, le premiazioni. Mesi e mesi di preparazione. Infinite ore di lavoro. Da gli ufficio stampa alle squadre di sarte e bodygards.  Mentre il rituale di molte stars, prima del fatidico giorno consiste nel ritrovare se stesse e la perfetta forma fisica in una costosissima beauty farm, dove trascorrere almeno le 48 ore precedenti.

Volendo o nolendo, infatti,  si parlerà di loro, del loro aspetto, delle loro scelte in fatto di look. E sulla meritata o ingiusta vittoria di questo o quel personaggio si parlerà solo in un secondo momento o, addirittura, non se ne parlerà affatto.

Il 16 Gennaio presso il Beverly Hilton Hotel a Los Angeles si è tenuta la 68esima edizione dei Golden Globe Awards, riconoscimenti ai più seguiti e amati personaggi e programmi della televisione americana.

Niente da dire sulla forma fisica e sui sorrisi smaglianti. Ma in quanto a “moda” sono rimasta un pò delusa. Non ho visto nulla di entusiasmante, nulla che mi avesse catturato o che mi avesse fatto esclamare: . Abiti belli, molto belli. Accessori e gioielli invidiabili. Ma nessuna mise da “urlo” con quel qualcosa in più da poter essere definita perfetta! Molte paillettes e scolli sulla schiena, unica tendenza che ho ravvisato e che mi piace da morire.

Olivia Wilde indossava un abito da sogno di Marchesa, penalizzato dai capelli sciolti e dalla frangetta, per non parlare delle scarpe e del suo farle vedere ad ogni costo. Ok, scarpe mozzafiato e chi non le vorrebbe? Ma non abbinate a quell’abito. Anche Heidi Klum mi ha sorpreso negativamente. Sempre perfetta. Che sia sul red carpet col pancione, fasciata in abito rosso o che sia in jeans, t-shirt e Havaianas al supermercato. Questa volta, invece, né l’ abito e né le scarpe mi hanno convinta, entrambi firmati  Marc Jacobs.
E Vera Wang, indossata da Sofia Vergara, nemmeno mi è piaciuta. L’abito, color magenta e dettagli neri in vita e sul corpetto, realizzato per l’attrice di Modern Family , secondo me, non ha nulla di quella magia dei suoi abiti da sposa. Peccato.

 Direi, ora, di passare alle mie tre preferite.
 Angelina Jolie. Eterea, nel suo bellissimo abito lungo verde dello stesso colore dei suoi occhi. Paillettes, spalline importanti, maniche lunghe e uno scollo appena appena accennato sulle spalle tatuate. Versace.
Anne Hataway. Solare e bellissima nella sua semplicità. Abito da sirena. Completamente ricoperto di grandi paillettes di un dorato spento, quasi anticato. Elemento per nulla trascurabile: la profonda scollatura, che le lascia scoperto tutto il fondoschiena. Armani Privè.
Megan Fox. Sexy. E bellissima da togliere il fiato. Abito elegante e raffinato, color cipria. Ampio spacco e intrecci di fasce di raso e lustrini sottolineano le forme perfette. Armani Privè.








Nessun commento:

Posta un commento