martedì 1 marzo 2011

83rd Academy Awards

Alta circa 35 centimetri, placcata in oro 24 carati, del peso di 4 chilogrammi e con un valore commerciale di quasi 295 dollari la statuetta Oscar stabilisce chi è destinato a far parte, per sempre, nell’Olimpo del Cinema.
Inutile dire quanto sia importante e ambita da tutto il mondo.
Pochi giorni fa l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha designato i vincitori di quest’anno, attirando milioni di spettatori.
Al Kodak Theatre di Los Angeles la notte, del 27 febbraio scorso, è stata magica. Il red carpet pullulava di abiti strepitosi dei migliori designers del mondo e di gioielli di alta gioielleria, da milioni di dollari.
Semplicemente perfette, un tutt’uno con i loro abiti: Anne Hataway, Halle Berry e Michelle Williams, conquistano, così, il podio delle migliori, per il fattore Moda, dell’ 83esima edizione degli Academy Awards.

Anne Hataway, per la passerella ha indossato un favoloso abito d’altri tempi, un iconico “rosso Valentino” . I capelli raccolti morbidamente, le labbra scarlatte e una gonna importante, arricchita da applicazioni a forma di rosa e leggermente bombata sul latoB. 


Insieme all’attrice, ecco, anche lo stilista Valentino Garavani, che ha fatto del rosso il suo segno distintivo. Non credete anche voi, che gli altri abiti rossi manchino di qualcosa, di quella verve in più, che gli abiti di Valentino, invece, hanno?



Halle Berry luminosa e raggiante nel suo abito Marchesa. Sembra fatto apposta per lei e solo e per lei. Mimetico e da sogno. Non si sa quale sia la pelle e quale la stoffa. L’attrice sembra una ninfa dall’incarnato dorato impreziosito di lustrini e veletti dello stesso colore. Bella.


Michelle Williams. Capelli cortissimi di un biondo, che sembra bianco. Sguardo placido, accentato dalla
sopracciglia scurite. Nessun dettaglio, nessun gioiello. Semplice ma allo stesso tempo incantevole, come l’abito che indossa, Chanel Haute Couture.




Seguono Natalie Portman e Mila Kunis. La protagonista di Black Swan, in dolce attesa, sfoggia un sorriso smagliante e una mise prèmaman perfetta. L’abito, firmato Rodarte, mette in risalto il decolleté e le spalle, con uno scollo a V molto ampio e grazie ad un intreccio sul seno che cade sul pancione, rendendolo ancora più bello. L’abito, inoltre, leggermente più corto davanti, lascia scoperti e visibili i piedi, riuscendo, così, a slanciare e ad alleggerire la figura della futura mamma. 


Bellissimi gli orecchini di Tiffany, di cui mi sono follemente innamorata! 



Mila Kunis, invece, indossava un abito romanticissimo, color glicine, reso unico dagli intarsi di pizzo, firmato Elie Saab. Non è di quegli abiti con lustrini, paillettes e volant, tipicamente da red carpet. Forse un po’ inusuale e per questo, semplicemente, wonderful!



Ho molto apprezzato anche la mise di Celine Dion,che ha sfoggiato un abito dal taglio sartoriale Armani Privè, di un bianco argentato, la cui profonda scollatura è stata impreziosita da una lunga collana di Bulgari, tirata fuori dagli archivi storici della maison.




Da favola anche gli abiti di Hilary Swank e Mandy Moore, rispettivamente di Gucci Première e di Monique Lhuillier. Penalizzati, forse, dalle indossatrice, che non si sono calate bene nella parte, chissà.




E Scarlett Johansson bella, del resto come sempre, nonostante il suo look non sia stato del tutto impeccabile. L’abito, firmato Dolce&Gabbana, di pizzo bordeaux, con una bellissima scollatura sulla schiena, sarebbe stato, sicuramente, un abito “riuscito”, se non fosse stato per quel vedo-no-vedo della sottoveste sul petto, e, forse, da impreziosire con degli orecchini lunghi o con una collana molto luminosi.




Al prossimo red carpet!:)

Nessun commento:

Posta un commento